lunedì 29 novembre 2010

Buone azioni di lunga vita

Da il Mondo del 12/11/2010, pag.38/41 - Cover Story

Sulla Terra saremo sempre più numerosi. E, certamente, con molti anni in più. Secondo le previsioni delle Nazioni Unite, nel 2050 la popolazione globale avrà superato la soglia di 9,1 miliardi di individui: rispetto a oggi, 2,2 miliardi di persone in più chiederanno di essere sfamate, istruite o curate. Consumeremo più cibo, automobili e servizi di ogni genere. Soprattutto legati alla cura della salute. Perché, nell' arco dei prossimi 40 anni, il numero degli ultrasessantenni è destinato a triplicare.

Ma se è vero che questi cambiamenti sono prevedibili, almeno per grandi numeri, più complicato è capire come possano tradursi in scelte d' investimento vincenti: quali società e settori industriali sapranno trarre vantaggio dalla crescita e dall' invecchiamento della popolazione globale? E come possono i risparmiatori concedersi il lusso di lasciare in sospeso ogni interrogativo sul rallentamento della crescita economica, ignorare l' esito della guerra tra le valute o i rischi legati alla bolla immobiliare cinese, guardando a un orizzonte di lunghissimo termine e cavalcando il megatrend demografico?

Il Mondo lo ha chiesto agli esperti di sette case d' investimento, per scoprire quanto vale una scommessa sulla crescita e l' invecchiamento della popolazione e, soprattutto, su quali temi puntare: dai servizi per la cura degli anziani all' agribusiness, dai consumi nei mercati emergenti fino alle infrastrutture. Leggi