martedì 22 marzo 2011

L'incentivo soffia solo sull'eolico

Dal Mondo del 18 marzo 2011, pag. 41

Ha il sapore di una tregua l'accordo raggiunto dal Consiglio dei Ministri sul decreto rinnovabili approvato venerdì 4 marzo. Sparisce dal provvedimento l'odiato tetto degli 8 mila megawatt di potenza: soglia superata la quale, nella bozza iniziale del decreto, nessun altro nuovo impianto avrebbe goduto degli incentivi statali per il fotovoltaico.

Si rimanda, però, ad un successivo decreto, da approvare entro il 30 aprile, il compito di definire il nuovo regime di incentivi. Con il risultato, persino peggiorativo a detta di molti, di sprofondare l'industria nella totale incertezza su come verranno cambiate le regole del gioco. “E sappiamo quanto l'incertezza faccia male alle aziende”, chiosa Federico Trabucco, gestore del fondo Kairos Ambiente, interpellato dal Mondo sull'impatto che il nuovo quadro normativo avrà sui titoli “green” di Borsa Italiana [...] Leggi tutto

Nessun commento:

Posta un commento