lunedì 19 settembre 2011

La sicurezza più importante è la prima casa

Da il Mondo del 16 settembre 2011, n°33, pag.24

“Forse, per un giovane lavoratore di 25/30 anni, la migliore forma di previdenza è l'acquisto della prima casa...”, premette Giuseppe Romano, direttore dell'ufficio studi di Consultique. Considerando una capacità di risparmio di 5.000 euro l'anno, si potrebbero destinare i 416 euro accantonati ogni mese all'accensione di un finanziamento ipotecario: ad esempio, per un mutuo a tasso variabile di 120mila euro a 40 anni, la rata mensile è di 417 euro, alle migliori condizioni di mercato; se, invece, non si dispone della quota di anticipo (minimo il 20% del prezzo d'acquisto) o la casa costa troppo, meglio mettere da parte tutti i risparmi, in vista di un prossimo investimento immobiliare. Ipotizzando, invece, un lavoratore 35 o 45enne, con casa di proprietà [...]

Nessun commento:

Posta un commento