lunedì 2 maggio 2011

Indipendenti, attenti

Dal Mondo del 29 aprile 2011, N°16, pag. 72-3

Mancano ancora due passaggi alla nascita del nuovo Albo: il decreto di nomina dei membri dell'Organismo di vigilanza e lo stanziamento delle risorse necessarie per renderlo operativo. Poi, dopo un lungo percorso a ostacoli, l'Albo dei consulenti finanziari indipendenti vedrà la luce, dando piena dignità giuridica ad un'attività che diverse centinaia di professionisti e alcune società hanno esercitato, nel corso degli ultimi tre anni, nell'ambito di un sostanziale vuoto normativo; a causa, va detto, dei ritardi ascrivibili al Ministero dell'Economia (Mef). Intanto, però, lo scorso 15 marzo, il MEF ha pubblicato lo schema che disciplina i requisiti patrimoniali e di indipendenza delle società di consulenza finanziaria, srl ed spa. Il documento rimarrà in consultazione fino al 30 aprile, per consentire ai soggetti interessati di presentare eventuali osservazioni. “Ma il quadro giuridico è, ormai, completo”, ricorda Luca Mainò, membro del consiglio direttivo di Nafop. [...]

I conti online seguono la Bce

Dal Mondo del 29 aprile 2011, n°16, pag. 42-3

La prima a reagire è stata Banca Ifis. Poi, in ordine sparso, gli altri istituti online si sono accodati. E hanno aumentato la remunerazione dei conti di deposito. Certo è lontana l'epoca dei conti ad alto rendimento, quando, tra il luglio del 2008 e la primavera del 2009, in piena crisi di liquidità del sistema bancario, si poteva ottenere fino al 4,75% lordo, senza vincoli. Oggi, al netto delle varie promozioni, il deposito “libero” rende al massimo il 2,3%, e chi punta a tassi più competitivi deve “congelare” il conto per almeno 3 mesi, e vincolarlo a 18 mesi per arrivare al 3,5% lordo (vedi tabella). Lo scenario è, però, in rapida evoluzione [...]