martedì 31 maggio 2011

Vietnam, Qatar, Egitto: nuove tigri all'attacco

Dal Mondo del 3 giugno 2011, N°21 pag. 36-8

Oltre i BRIC, verso i “nuovi” emergenti. Dalla Turchia all'Indonesia, dal Messico alla Corea, dal Kuwait alla Nigeria. Mercati di frontiera destinati, nei prossimi decenni, ad affiancare i pesi massimi del blocco emerging (Brasile, India, Russia e Cina) sullo scacchiere dei nuovi leader globali. E a guadagnare spazio, di pari passo, nei portafogli degli investitori. Per una ragione molto semplice: scommettere su questi Paesi significa, a detta degli esperti, cavalcare occasioni di crescita irripetibili, alimentate da fenomeni di accelerazione nello sviluppo dei consumi interni paragonabili solo a quanto sta avvenendo entro i confini del colosso cinese. Ma le nuove frontiere sono disseminate di insidie: tra rischi politici e problemi di liquidità che rendono questi mercati poco accessibili all'investitore retail. [...]

E anche l'India può ancora offrire molto

Dal Mondo del 3 giugno 2011, N°21, pag. 38

Diverse centinaia di ipermercati in Cina. Solo poche decine in India. Da una parte infrastrutture già avanzate. Dall'altra, un Paese affamato di investimenti. “L'India dovrà spendere molto di più, perché parte da un livello di sviluppo più basso”, spiega Teera Chanpongsang, gestore del fondo FF India Focus per Fidelity International. Nel club dei BRIC, l'India è, forse, il Paese più “emergente”, almeno sotto il profilo demografico [...]

Una Cina alla grande

Da Milano Finanza del 28 maggio 2011, pag.35

Continua a fare paura l'inflazione cinese. Secondo la Banca Mondiale, i prezzi al consumo di Pechino cresceranno del 5% nel 2011, contro il 3,3% della stima precedente. Poi, nel 2012, li vedremo scendere al 3,4%, ma il timore è che, nel frattempo, le tensioni legate ai continui rincari sulle [...] Leggi