lunedì 26 settembre 2011

L'Abi riprova a fermare l'Isvap

Da Milano Finanza del 24 settembre 2011, pag.89

Isvap ancora sul piede di guerra. E l'Associazione bancaria italiana pronta a negoziare la resa, nella speranza di strappare un compromesso accettabile. Sul tavolo, oggetto del contendere, è il tema delle polizze vita agganciate ai mutui ipotecari distribuite dagli stessi istituti di [...] Leggi

Puntare sul debito di Australia e Canada

Da Milano Finanza del 24 settembre 2011, pag. 32

Non bisogna abbassare la guardia. Perché le due ombre che hanno messo in allerta gli investitori durante l'estate, aggravamento della crisi debitoria in Europa, rallentamento della crescita economica negli Stati Uniti e non solo, si faranno ancora più minacciose. Ma questo non [...] Leggi

Ballo sull'onda della paura

Dal Mondo del 23 settembre 2011, n°34 pag 32-3

Voglia di cavalcare l'onda della paura. Anche quando le Borse vanno in fibrillazione, c'è chi non cede alla tentazione della fuga dai mercati. E prova a resistere sulla groppa dell'Orso, pur con il pericolo di essere disarcionato e travolto, trasformando l'incertezza in una (rischiosa) opportunità di guadagno. "La volatilità è sempre stata percepita come un puro indicatore di rischio", spiega Gabriele Tavazzani, condirettore generale e responsabile marketing di Amundi Sgr. Come? Attraverso fondi d'investimento specializzati. Ma anche etf (exchange traded funds) ed altri "replicanti" che, tuttavia, non sempre sono adatti ad entrare nei portafogli dei risparmiatori. Ecco perché. [...]

Manovra di guerra (commerciale)

Giocare d'anticipo sulla manovra. Per farsi concorrenza. Le modifiche dell'imposta di bollo sui dossier titoli e l'aliquota unica sulle rendite finanziarie sono diventate un inedito campo di battaglia (commerciale) tra istituti di credito.

A fine luglio, ad esempio, Webank ha lanciato una nuova iniziativa, valida fino al 30 settembre: ai clienti che, dopo aver aperto il conto online, trasferiranno titoli e fondi presso la banca, per un controvalore minimo di 10mila euro (entro il 31 dicembre), impegnandosi a mantenerli anche per i prossimi due anni, verrà rimborsato il bollo annuo, fino al 2013. Anche Ing Direct [...]