venerdì 10 febbraio 2012

Market di nicchia per i fondi online

Dal Mondo del 3 febbraio 2012, pag.28-9

Fare la spesa al supermarket significa avere più scelta, orari flessibili e prezzi scontati. Vale anche per i fondi comuni d'investimento. Con la differenza che non si corre neppure il rischio di fare qualche rinuncia sul piano della qualità. Sulle piattaforme online dedicate al risparmio gestito, infatti, si possono trovare, accanto ai fondi venduti dalle Sgr di derivazione bancaria, centinaia di altri prodotti: proposti dalle più blasonate case d'investimento americane o da piccole ma prestigiose boutique specializzate; in ogni caso, spesso introvabili sugli “scaffali” della propria banca. E, non di rado, anche nei palazzi austeri e lucidi delle maggiori strutture di private banking. Eppure, quello dei supermercati di fondi rimane un mercato di nicchia. Un po', forse, perché nato sotto una cattiva stella: nel 2000, proprio alla vigilia dello scoppio della bolla dot.com. Un po', perché accessibile esclusivamente online, in un'Italia che le statistiche ufficiali collocano agli ultimi posti, tra i Paesi sviluppati, in tema di digital divide ed educazione finanziaria. Tuttavia, a partire dal 2005, qualcosa è cambiato. [...]

Nessun commento:

Posta un commento