venerdì 13 luglio 2012

L'Africa riparte da Piazza Tahrir

Dal Mondo del 6 luglio 2012, n°27 pag. 38-9

Piazza Tahrir. Luogo simbolo della Rivolta del Pane che in pochi giorni, tra gennaio e febbraio del 2011, ha abbattuto il trentennale regime di Hosni Moubarak e 17 mesi dopo, il 30 giugno scorso, ha incoronato Muhammad Morsi primo presidente democraticamente eletto nella storia del Paese. L'Egitto riparte da qui. E da qui potrebbe riprendere quota la scommessa degli investitori sul destino di un Continente che, almeno nella storia recente, non si è mai fermato. Neppure in occasione delle due ultime recessioni globali, nel 2001-2003 e nel 2008-2010. “In entrambi i casi, la regione è cresciuta nell'ordine del 4%”, ricorda John Mackie, gestore del fondo Nordea African Equity. Certo, l'Africa non è immune al virus del rallentamento globale che oggi sta indebolendo persino Cina e Brasile. Ma il Continente Nero vive anche di un'irresistibile luce propria, che trova alimento nelle straordinarie risorse naturali del Paese e racchiude un potenziale di sviluppo in larga parte ancora inespresso. Ora, la svolta del Cairo nel processo di transizione democratica potrebbe rimettere in gioco i molti investitori che scelsero di disertare il campo africano alle prime avvisaglie rivoluzionarie. Ma il Mal d'Africa va affrontato con alcune doverose cautele. [...]

Nessun commento:

Posta un commento