lunedì 27 agosto 2012

Pronti a ballare la samba

Da Milano Finanza del 25 agosto 2012, pag. 28-9

Era l'agosto di un anno fa, quando la Banca centrale brasiliana, ignorando i dubbi di molti economisti, iniziò a intervenire sui tassi di riferimento, in netto anticipo rispetto ai banchieri centrali di altri Paesi emergenti. Da allora, si sono succeduti otto tagli, per un totale di 450 punti base, l'ultimo dei quali, il 12 luglio, ha portato il costo del denaro all'8%. Alla politica monetaria, si sono accompagnate le misure varate dal governo Rousseff per ridurre le tasse sui consumi, aumentare gli investimenti pubblici e incoraggiare il sistema bancario a sostenere il credito alle famiglie. Ad oggi, però, tutte queste iniziative non hanno dato i frutti sperati alla nazione che ospiterà i Mondiali di Calcio nel 2014 e i prossimi giochi Olimpici. [...] Leggi

Nessun commento:

Posta un commento