domenica 23 settembre 2012

Valute - Lezioni di ballo per non rischiare troppo

Da Corriere Economia del 17 settembre 2012, pag. 28

L' euro è irreversibile. Mario Draghi lo ha ripetuto, ancora una volta, il 6 settembre scorso, presentando i dettagli del suo poderoso scudo anti-spread. Molti analisti sono convinti che abbia ragione e suggeriscono di prestare attenzione, semmai, alla quantità di altre divise in portafoglio. I risparmiatori, infatti, si espongono al rischio cambio, spesso inconsapevolmente, ogni volta che investono «fuori» da Eurolandia, ad esempio attraverso un fondo azionario o obbligazionario globale, in settori di nicchia, o sulle materie prime. In tutti questi casi, anche se il fondo è denominato in euro, un' elevata percentuale dei titoli in portafoglio è quotata in dollari americani o altre divise estere. Di conseguenza, le valute possono condizionare significativamente la performance complessiva, eccetto i casi in cui il fondo sia coperto contro il rischio cambio.

Misure Quanti dollari, franchi e yen sono nascosti tra le pieghe di un paniere globale? Secondo un' analisi effettuata da Morningstar, l' esposizione media dei fondi azionari internazionali «large cap» al biglietto verde è del 35%; il 16% delle azioni è, mediamente, denominato in sterline, il 5% ciascuno in yen e franchi svizzeri, solo il 13% in euro. Nei fondi obbligazionari globali, analogamente, il dollaro americano pesa per il 33%, seguito da euro (21%) yen e sterline (11% ciascuno). Un groviglio di incroci valutari che non sempre produce effetti benefici sulla performance complessiva dei fondi. Anzi: l' ultima indagine di Mediobanca su fondi e sicav di diritto italiano, mostra come, in cinque degli ultimi dieci anni, i titoli denominati in valute diverse dall' euro abbiano contribuito in modo negativo ai rendimenti dei fondi sia aperti che riservati; compreso il 2011, con una perdita, rispettivamente, di 9,2 e 29,6 punti percentuali. Ne deriva un suggerimento di carattere generale [...]. Leggi

Nessun commento:

Posta un commento