lunedì 26 novembre 2012

Investimenti a prova di Imu

Da Milano Finanza del 24 novembre 2012, pag. 59-61

Che l'Imu stia all'investimento immobiliare come il diavolo all'acqua santa è noto. Penalizza, in particolare, le seconde case, soprattutto se date in affitto. Basta pensare che, secondo una stima di Tecnocasa, per un bilocale acquistato a Milano in zona semi-centrale, con il passaggio dalla vecchia Ici alla nuova tassa, il rendimento da locazione, al netto del fisco, è sceso dal 3,10 al 2,70%. “L’investimento immobiliare a rendita, che si sperava venisse rilanciato dall’introduzione della cedolare secca, ha subito un brusco rallentamento nel corso dell’ultimo anno, frenato anche dalla mancata definizione delle aliquote Imu: che, a tutt’oggi, non sono ancora state definite in alcuni comuni italiani”, ricorda Leo Civelli, Ceo di REAG, Real Estate Advisory Group. Ma esiste una formula per esorcizzare l'odiato balzello. Adatta a chi vuole effettuare un investimento e non ha fretta di abitare l'immobile: la nuda proprietà. [...] Leggi tutto