venerdì 1 marzo 2013

Un saltino sul fatturato

Dal Mondo del 22 febbraio 2013, n°8, pag. 54

Sfruttare anche piccoli dislivelli, inferiori ad un metro e mezzo d'altezza, per produrre energia idroelettrica. Il tutto grazie ad un nuovo impianto, sviluppato con l'innesto di tecnologia avanzata in una macchina concepita da Archimede, la coclea idraulica. É la nuova scommessa di Frendy Energy, specializzata nel business del mini-hydro, quotata a Piazza Affari nel segmento Aim dal giugno scorso. “La quotazione ci ha dato visibilità, mettendoci nelle condizioni di sedere a tavoli che prima ci erano preclusi. Così, abbiamo potuto presentare la nostra idee a quelli che, poi, sono diventanti partner”, spiega Rinaldo Denti, fondatore e ad della società lombarda, che ricorda la preziosa collaborazione con il Gruppo Scotta, il Polo Universitario di Pavia e l'Ente Irriguo Est Sesia. [...]

Nessun commento:

Posta un commento