martedì 17 settembre 2013

Finanziamenti - Nella tana dei tassi (buoni)

Da CorrierEconomia del 16 settembre 2013, pag. 24-5

Che il credito al consumo sia ancora bloccato è noto. Ma se è vero che ottenere un prestito è diventato più difficile e costoso, rinunciare al confronto tra le diverse opzioni disponibili sul mercato significa rassegnarsi a pagare (molto) più del necessario. Proviamo a fare un esempio. Per un prestito di 17 mila euro da restituire in 7 anni, e destinato a finanziare le spese di ristrutturazione della casa, alla finanziaria della Popolare di Milano un impiegato quarantenne paga complessivamente 24.600 euro. Oltre 7 mila in più, tra interessi e spese di vario genere (Taeg 11,86%), rispetto alla somma finanziata. Sul mercato, però, si possono trovare condizioni più vantaggiose in termini di tasso, commissioni e spese accessorie. A parità d'importo e durata, ad esempio, Agos Ducato applica un tasso effettivo del 7%, che equivale ad un esborso di 21.406 euro. A conti fatti, se ne possono risparmiare circa 3.200 rispetto all'ipotesi iniziale.Ma non c'è da rallegrarsi, se si pensa che per un prestito identico, un consumatore tedesco spenderebbe ancora meno: 19.949 euro.

La prova. È quanto emerge da un'analisi dell'Istituto Tedesco Qualità e Finanza, che, in esclusiva per CorrierEconomia, ha esaminato il mercato italiano dei prestiti, mettendo sotto la lente l'offerta dei principali operatori del settore, 14 istituti in tutto, tra banche e società finanziarie pure: Agos Ducato, Compass (Mediobanca), UniCredit, Findomestic, Intesa Sanpaolo, Consum.it (Gruppo MPS), Deutsche Bank, Bnl, Santander Consumer Bank, Credem, Pro Family, Creditis (Gruppo Carige), Ubi e Fiditalia. Ma 5operatori (Bnl, Credem, Santander, Ubi, Creditis) non hanno fornito i dati richiesti. Quale società offre le migliori condizioni sul mercato italiano? Dopo aver sottoposto a ciascun istituto tre differenti ipotesi di finanziamento, relative ad altrettanti profili di consumatori, (tra i più diffusi in Italia secondo il broker Prestitionline.it), la risposta si legge nei numeri: l'offerta di Agos Ducato, infatti, è risultata la più competitiva in due casi su tre. Lo scarto tra i prestiti più vantaggiosi e i più cari appare ragguardevole [...] Leggi tutto

Nessun commento:

Posta un commento