venerdì 29 marzo 2013

Ghielen (Ing), qui la cedola è appetibile

Da Milano Finanza del 29 marzo 2013, pag. 15

In un mondo che viaggia a tasso zero, la sete di rendimenti, unita alla necessaria dotazione di adeguati cuscinetti per attutire le perdite in fase di ribasso, ha spinto molti investitori nel bacino dei titoli ad alto dividendo. Il risultato è che in alcuni settori, tradizionalmente generosi [...] Leggi tutto

Una corrida al colosseo

Dal Mondo del 22 marzo 2013, n°12, pag 30-1

Madrid al sorpasso. L’esito delle elezioni politiche ha interrotto il lungo rally dei titoli di Stato italiani verso una normalizzazione dei tassi d’interesse, favorendo un riavvicinamento della Spagna. Che ora, a distanza di un anno, torna ad insidiare il primato di Roma alla testa dei Piigs. Chiuso per oltre otto mesi nella forbice tra 70 e 80 punti base, il differenziale di rendimento tra i Bonos a 10 anni e i corrispettivi Btp si è infatti drasticamente ristretto, fino a raggiungere un minimo di cinque basis points. “All'indomani delle elezioni, alcuni investitori hanno effettuato un riposizionamento sulla Spagna a spese dell'Italia”, spiega Simone Facchinato, responsabile investimenti di Amundi Sgr. Poi, lo spread tra Plaza de Toros e Colosseo è tornato ad allargarsi. Ma ormai Madrid aveva lanciato il guanto di sfida, riaccendendo il duello con Roma, che ora è costretta a difendersi da nuovi attacchi dell'inseguitore. Proprio mentre in Europa scoppia l'ennesimo bubbone: questa volta, è la piccola Cipro a chiedere aiuto per le sue banche, con un salvataggio da 10 miliardi di euro (oltre la metà del pil) [...]