venerdì 28 febbraio 2014

Consulenza - Tariffe "tutto compreso"
Cosa c'è nei menu dei banker

Da CorrierEconomia del 24 febbraio 2014, pag. 32

La consulenza si paga sempre. Anche quando i costi del servizio sono “nascosti” tra le pieghe delle commissioni di gestione di un prodotto, pronti a essere retrocessi ai canali distributivi che l'hanno collocato. Tra le strutture di private banking, però, sta prendendo piede un modello alternativo di consulenza: il servizio di advisory viene remunerato a parcella, in modo esplicito, attraverso una tariffa “flat” che comprende anche i costi di transazione ed esecuzione degli ordini. Un fenomeno in crescita, se è vero che, dice l'Aipb, il peso della consulenza a pagamento sui margini delle strutture di private banking è raddoppiato tra il 2009 e il 2012, passando da un minuscolo 2% ad un 4,1%, ancora marginale ma destinato, pare, a un forte sviluppo, in vista della direttiva Mifid II.

Esempi A parcella funziona, ad esempio, il servizio Advice di Fineco, lanciato nel 2008 e dedicato a patrimoni superiori a 250 mila euro: il cliente sceglie tra otto portafogli modello costruiti attingendo a una piattaforma multi-asset (fondi, etf, obbligazioni, pct ecc.) e riconducibili a tre macro obiettivi di rischio-rendimento: conservazione, stabilità e rivalutazione del capitale, con commissioni massime rispettivamente dello 0,55%, 1,6% e 2,2%. “6.000 clienti hanno già scelto questo servizio. Parliamo di masse gestite per 1,8 miliardi di euro, il 12% del patrimonio riferibile alla clientela private”, spiega Carlo Giausa, direttore servizi d'investimento e wealth management di Fineco. Il restante 88% preferisce invece optare per il servizio tradizionale gratuito, meno sofisticato in termini di diagnosi del portafoglio, monitoraggio e reportistica e costruito prevalentemente su prodotti del risparmio gestito. I clienti private italiani, del resto, sono abituati a ricevere il supporto gratuito del proprio banker, senza mai interrogarsi con troppa pervicacia, però, sulla qualità dei consigli che riceve. Il sistema della “flat fee” è quello utilizzato anche da [...]

Nessun commento:

Posta un commento