venerdì 9 maggio 2014

Fiducia a Btp e Bonos, possono migliorare

Da CorrierEconomia del 5 maggio 2014, pag. 20
 
Meglio essere prudenti. Scott Mather, gestore del Pimco Gis Global bond fund non è tra coloro che minimizzano i rischi di un possibile nuovo smottamento nel reddito fisso. Ma il segmento in pericolo, secondo il money manager, non è quello più esposto alla minaccia di una risalita dei tassi americani. I maggiori rischi per gli obbligazionisti si concentrano, secondo il gestore, tra i bond societari di rating inferiore.

<<La qualità delle nuove emissioni sta peggiorando rapidamente negli Stati Uniti. Basti pensare che l'ammontare delle obbligazioni CCC è persino più elevato rispetto alla situazione pre-crisi del 2007. Molte società sono tornate ad aumentare la leva finanziaria. Il ciclo del credito è vicino alla fine>>. Significa che i default cominceranno presto ad aumentare? <<In genere, arrivati a questa fase del ciclo, passano un paio d'anni prima che si verifichi un'inversione di tendenza. In ogni caso, non vuole dire che il mercato crollerà improvvisamente come nel 2008. Ad un certo punto vedremo gli spread allargarsi. E dato che nessuno può sapere quando accadrà, noi preferiamo sottopesare la componente high yield, sia americana che europea. Non dimentichiamo quanto è successo di recente con il debito dei Paesi emergenti>> [...]

Nessun commento:

Posta un commento