venerdì 10 ottobre 2014

Consulenza - Quanto vale un consiglio d'autore

Da CorrierEconomia del 6 ottobre 2014, pag. IX

La consulenza a parcella vale ancora poche briciole nell'industria del private banking. Ma dov'è partito, il servizio sta cannibalizzando masse crescenti, a scapito della “vecchia” consulenza tradizionale: gratuita all'apparenza, ben remunerata invece (sebbene indirettamente) tramite la retrocessione alle reti distributive di parte delle commissioni sui prodotti. “Nei primi sei mesi, la nostra consulenza a parcella, dedicata ai clienti con portafogli sopra i 250 mila euro, è cresciuta del 31,4%, un ritmo quasi quattro volte superiore rispetto al patrimonio totale gestito e amministrato (+8,2%)”, racconta Carlo Giausa, direttore servizi di investimento e wealth management di FinecoBank. È più facile mettere il turbo quando si parte da numeri piccoli. Ma la tendenza è netta e la stessa Aipb ipotizza che il peso del servizio a pagamento sui ricavi dell'industria sia destinato a quadruplicare nei prossimi due anni, passando dal 3,3% al 12,5%. “Già oggi il 20% della nostra clientela ha scelto questo modello”, rivendica Stefano Piantelli, direttore commerciale di Banca Intermobiliare. Lo spazio di crescita è enorme e dovrebbe favorire una valorizzazione della pura consulenza rispetto all'attività di vendita dei prodotti, risolvendo [...]

Nessun commento:

Posta un commento