martedì 17 febbraio 2015

Italiani e Inglesi in pole position. "Ma noi siamo meno 'istituzionali'"

Da CorrierEconomia del 16 febbraio 2015 pag. 30

Il mercato europeo dei fondi Ucits alternativi resta dominato dagli istituzionali. Secondo un'indagine realizzata dall'ufficio studi di MondoAlternative su 42 società di gestione per un totale di circa 53 miliardi di euro in gestione, il 64,6% degli asset fa capo a questa tipologia di investitori. In particolare il 42,1% è riconducibile a istituzionali diretti mentre il restante 22,5% si avvale di un intermediario. Analizzando la composizione degli asset si scopre che sono tre i soggetti protagonisti in materia di strategie alternative: “I fondi di fondi rappresentano il 19% del totale, seguono i fondi pensione, con il 18,8% e i wealth advisor, 18,4% - illustra Stefano Gaspari, direttore di MondoAlternative -. Più distanziati troviamo le compagnie assicurative, con il 9,3%, gli asset manager, 8,9%, family office e banche, con percentuali tra il 5 e il 6% ciascuno”. [...]

Nessun commento:

Posta un commento