giovedì 19 marzo 2015

La WhatsApp dei pagamenti punta sull’Europa

Da CorrierEconomia del 16 marzo 2015 - Leggi tutto

I primi quattro progetti pilota partiranno entro il 2015. E non c’è dubbio che la nuova frontiera dei pagamenti via mobile in modalità contactless sia l’Hce (Host card emulation): la tecnologia sperimentale con applicazione di pagamento nel cloud (nuvola informatica) che, sulla carta, promette di essere più flessibile rispetto a quelle già disponibili sul mercato, perché non richiede accordi di integrazione, tecnologica e commerciale, tra istituti di credito e operatori di telefonia.

"Per la commercializzazione, però, ci vorrà tempo, forse un paio d’anni. Prima è necessario approfondire gli aspetti tecnici, a cominciare dalla sicurezza delle transazioni — ricorda Massimo Arrighetti, amministratore delegato di Sia, società attiva nella progettazione, realizzazione di infrastrutture e servizi tecnologici per imprese, istituzioni finanziarie e pubblica amministrazione —. L’unica soluzione già collaudata, robusta e sicura è quella sim based (basata sulla memorizzazione dei dati della carta di pagamento nella sim del telefono, ndr)".

Proprio sul campo della sicurezza si gioca il futuro dei pagamenti contactless. Apple Pay, la funzionalità di iPhone per i pagamenti senza contatto, dovrebbe [...]  Leggi tutto

Nessun commento:

Posta un commento