giovedì 7 maggio 2015

Consumi, tre negozi su dieci prevedono
di vendere di più

Da CorrierEconomia del 4 maggio 2015 - LEGGI

L’Italia è pronta al giro di boa sul fronte dei consumi interni. Archiviato il 2014 con vendite in calo per quasi la metà degli esercenti, nel 2015 dovrebbe prendere forma l’inversione di tendenza e il credito sembra giocare un ruolo determinante nell’imprimere una spinta alla domanda. È il quadro emerso dal primo Osservatorio Compass sul credito al consumo, uno studio realizzato dalla società finanziaria del gruppo Mediobanca su un campione di 400 esercizi convenzionati che offrono soluzioni di finanziamento e pagamenti rateali per l’acquisto di beni e servizi.

Settori Se quasi la metà dei soggetti coinvolti nell’indagine prevede una sostanziale stabilità del fatturato per l’anno in corso, 36 intervistati su 100 scommettono su un aumento delle vendite; gli ottimisti sono quasi tre volte più numerosi di coloro che profetizzano un ulteriore calo dei ricavi per il 2015 (13%). Ma la ripresa della domanda è legata, inevitabilmente, anche all’andamento del settore creditizio. Occorre ricordare che quasi il 20% dei consumi durevoli effettuati nel 2014 è stato finanziato tramite prestiti, sottoscritti presso gli esercenti convenzionati: una soluzione che vale da sola il 40% del credito al consumo erogato in Italia (calcolando l’ammontare complessivo di prestiti personali, prestiti auto e finalizzati).

Quali sono i settori dove è più frequente il ricorso al credito per finanziare gli acquisti? L’erogato proviene per circa i tre quarti [...] Leggi tutto

Nessun commento:

Posta un commento