lunedì 3 agosto 2015

Il mattone di carta? Meglio a Sidney
Quello americano soffre per i tassi

Da CorrierEconomia del 20 luglio 2015, pag. 23 - leggi
 
Paradossi del mattone di carta. Sette anni dopo lo scoppio della crisi dei mutui subprime americani, l'economia globale sta ancora cercando di risollevarsi. Nel frattempo, in Spagna e Irlanda sono esplose altre due bolle immobiliari. Anche il real estate cinese trema pericolosamente. «Eppure i titoli del settore immobiliare sono stati la migliore classe di attivo del 2014, con rendimenti superiori al 15%. Su un orizzonte di 5, 10 e 20 anni, il comparto ha battuto le azioni e i bond, a livello globale», osserva Jana Sehnalova, managing director e gestore di Forum Securities, boutique specializzata nel real estate e partner del gruppo La Française. Nel primo semestre, tuttavia, l'indice Ftse Epra Nareit Global, rappresentativo delle società immobiliari e dei Reits (Real Estate investment trust, società attive nella messa a reddito di patrimoni immobiliari, con obbligo di distribuire almeno l'80-90% dei dividendi a fronte di benefici fiscali) è sceso di circa un punto percentuale, in dollari. Hanno sofferto, in particolare, i segmenti penalizzati dai timori per la svolta [...] Leggi

Nessun commento:

Posta un commento