martedì 19 maggio 2015

Conti - dove i tassi battono le spese

Da CorrierEconomia del 18 maggio 2015 pag. 23  -  LEGGI

Il conto a zero spese non è un miraggio per chi sceglie una banca online. A condizione di conoscere le migliori offerte disponibili sul mercato. Secondo l’ultima indagine della Banca d’Italia sul costo dei conti correnti, pubblicata lo scorso dicembre, la spesa media è di 81,9 euro l’anno. Se si utilizza un servizio online si può risparmiare parecchio. Ma anche tra gli istituti di credito digitali ci sono differenze da non sottovalutare. I calcoli li ha fatti, in esclusiva per Corriere Economia, l’Istituto Tedesco Qualità e Finanza, analizzando un campione di conti correnti proposti dalle banche che operano online, sulla base dei dati raccolti su Confrontaconti.it, portale del gruppo MutuiOnline. Quali sono le offerte più competitive secondo l’Istituto? Nell’indagine giunta alla terza edizione, cinque istituti hanno ottenuto il giudizio di eccellenza «Top condizioni»: si tratta di CheBanca! (gruppo Mediobanca), Fineco (Unicredit), Ing Direct, IWBank (gruppo Ubi), Webank (Bipiemme). L’analisi parte da un confronto dettagliato dei costi per un profilo di cliente tipo, risultato il più diffuso secondo i dati inseriti dagli italiani nel portale Contiaconfronto.it: saldo medio pari a 3.000 euro, accredito dello stipendio o della pensione sul conto, utilizzo esclusivo del canale online e 60 operazioni l’anno, di cui 28 pagamenti con il bancomat, 23 prelievi (dodici presso uno sportello della propria banca, otto da altri istituti e tre all’estero), 9 bonifici online e due utenze domiciliate. [...] Leggi