giovedì 16 luglio 2015

Euro, quanto Tsipras c’è
nei portafogli dei risparmiatori

Da CorrierEconomia del 13 luglio 2015  - LEGGI QUI

Qualunque sia l’atto conclusivo della tragedia greca, per non inciampare in due atteggiamenti opposti e ugualmente pericolosi — l’incauta sottovalutazione del problema, gli eccessi di panico immotivato — è necessario ragionare sui numeri. Quanta Grecia c’è nei portafogli?

Qui le medie contano poco. Se è vero che, secondo un’analisi del team di ricerca di Morningstar, solo lo 0,2% dei fondi obbligazionari europei è ancora investito nel debito di Atene, oggi per circa l’80% custodito tra le mani di creditori ufficiali (Bce, Fmi, European financial stability fund e governi dell’Ue) ci sono strumenti molto più esposti al rischio di un crollo del Partenone, sia sul versante azionario sia nel reddito fisso. Secondo quanto Corriere Economia è in grado di ricostruire, sono 24 i fondi d’investimento collocati in Italia con un’esposizione alla Grecia, azionaria o obbligazionaria, superiore al 3%. In collaborazione con Morningstar, è stata analizzata la composizione dei fondi disponibili per la vendita alla clientela retail, esaminando esclusivamente i prodotti che nel corso del 2015 hanno comunicato almeno una volta i dati di portafoglio alla società. Tutti i gestori sono stati interpellati per avere informazioni aggiornate sull’attuale posizionamento. E i risultati non sono sempre incoraggianti. Solo tre fondi risultano esposti al debito di Atene sopra la soglia del 3% ma in un caso, H2O Allegro, la Grecia vale quasi un quarto del portafoglio (era il 33,15% il 31 dicembre scorso). «Le attuali valutazioni dei bond greci esprimono una probabilità di default molto elevata, con un severo haircut (taglio del valore nominale ndr) — osservano Vincent Chailley e Loic Cadiou, co-gestori del fondo —. Le possibilità di ribasso dagli attuali livelli sono ulteriormente limitate da una posizione lunga sul biglietto verde, che dovrebbe dare ottimi risultati in uno scenario di crescente avversione al rischio».


Azioni Molto più numerosi sono i fondi investiti in azioni di società greche. «L’esposizione è in media residuale ed è perlopiù concentrata nei prodotti focalizzati sugli emerging markets», rassicura Francesco Paganelli, analista fondi di Morningstar Italy. Vale la pena ricordare che nel 2013 la Grecia è stata riclassificata come emergente dalla società Msci, primo caso di Paese occidentale declassato a economia in via di sviluppo. «L’indice azionario [...] Leggi tutto