martedì 28 luglio 2015

I tassi? Restano bassi

Da Milano Finanza del 25 luglio 2015, pag. 38
 
Il decennale americano si trova esattamente dov'era nel novembre scorso. Prima di tornare a quota 2,3%, però, i rendimenti sono precipitati all'1,6%: lo stesso valore toccato a maggio del 2013 alla vigilia dell'annuncio della riduzione dello stimolo monetario da parte di Ben Bernanke. A fronte di questa volatilità, non stupisce che molti investitori siano preoccupati per la svolta monetaria in avvicinamento negli Stati Uniti. “Il primo ritocco sul costo del denaro sarà entro fine anno. Ma sbaglia chi teme un'impennata dei tassi - rassicura Sian Harvinder, head of G10 Rates research per Citi group -. Il nostro target sui Treasury a 10 anni per il 2015 è 2,45%. Ci aspettiamo un drastico appiattimento della curva ma rimarremo impantanati in uno scenario di tassi storicamente bassi: e si tratta di una tendenza destinata a durare per anni”. L'economista suggerisce [...] leggi tutto