lunedì 14 settembre 2015

Un paracadute per le aziende con il passo globale

Da CorrierEconomia del 7 settembre 2015, pag. 24 - Leggi

Alimenti contaminati. Richiamo in fabbrica di prodotti difettosi o pericolosi. Situazioni di grave tensione geopolitica, rivolte sociali e terrorismo. La gamma dei potenziali fattori di rischio che possono minacciare la sopravvivenza di un'azienda, specialmente quando varca i confini del proprio Paese per aprirsi a mercati esotici, è molto ampia. E spesso l'imprenditore sottovaluta l'impatto che questi eventi possono avere sul destino dell?azienda, in termini di costi da sostenere (non solo operativi, anche reputazionali) e profitti mancati. «In Italia, il rischio più sottovalutato è quello legato alla contaminazione di prodotti alimentari e all'eventuale loro richiamo dal mercato», dichiara Christof Bentele, head of global crisis management di Allianz global corporate & specialty (Agcs). Emergenza Gli standard qualitativi dell?industria agroalimentare italiana sono tra i più elevati in Europa e non solo, assicura Bentele. Ma dove ci sono persone che lavorano, possono verificarsi degli errori. Con ripercussioni potenzialmente gravissime. Talvolta il problema nasce da una semplice discrepanza tra le normative sulla sicurezza alimentare del Paese di produzione e quello d?importazione. Bentele cita il [...] Leggi tutto