venerdì 27 novembre 2015

«Ora anche il fondo di liquidità deve diventare avventuroso»

Da CorrierEconomia del 23 novembre 2015, pag. 23

Una gestione efficace della liquidità è un aspetto non trascurabile nella costruzione di un portafoglio efficiente. Su questo piano, i mini-tassi hanno complicato la vita agli investitori. «I fondi monetari tradizionali sono stati creati con l'obiettivo di non subire mai perdite. Oggi invece sappiamo con certezza che andranno incontro a performance negative», avverte Michael Story, vice president di Pimco e co-gestore di due Etf attivi quotati a Piazza Affari, il Pimco Euro short maturity Ucits e il Pimco Us Dollar short maturity ucits. L'Eonia, il tasso d'interesse di riferimento nelle operazioni a brevissima scadenza, è a -15 punti base. Ed è abbastanza certo che sia destinato a scendere ancora: la banca centrale europea, infatti, sta inondando il sistema con liquidità sovrabbondante e probabilmente i suoi sforzi espansivi si intensificheranno: si va verso un'estensione del programma di Quantitative easing (allentamento monetario) oltre la scadenza iniziale ipotizzata a settembre del 2016, un incremento degli asset in acquisto, una modifica della loro composizione oppure un ulteriore taglio ai tassi sui depositi, attualmente a -0,20% nella zona euro. «Non mi stupirei se fossero portati a -30 punti base nel giro di pochi mesi», osserva Story. Risultato: se oggi il cash in Europa impone rendimenti negativi nell?ordine di 5-25 punti base, questa tendenza potrebbe aggravarsi nei prossimi mesi. Come se ne esce? «Se ci si allontana un po' dal bacino sovraffollato [...] Leggi tutto