venerdì 22 gennaio 2016

Brembo, Interpump Reply & Co: dove osano le mini-multinazionali

Da CorrierEconomia del 18 gennaio 2016, pag. 21

Piccoli alla riscossa. Tra i titoli che hanno guadagnato di più a Piazza Affari negli ultimi 15 anni, le società a media capitalizzazione sono molto ben rappresentate. Un piccolo gruppo di campioni - Brembo (685% dal 2000), Ima (1.106%), Interpump (454%) tra gli altri - in grado di mantenere la testa della classifica anche su orizzonti di 5 e 10 anni. Relegando spesso i pesi massimi della Borsa italiana - con alcune eccezioni, vedi Luxottica (405%) - nelle retrovie. Non è un caso che nelle prime linee si trovino le multinazionali tascabili: società di modesta dimensione, se paragonate ai colossi con i quali competono a livello globale, ma capaci di conquistare la leadership in specifiche nicchie di mercato. La forte esposizione ai mercati esteri - i tre nomi citati all'inizio raccolgono l'85/90% dei ricavi oltreconfine - le ha avvantaggiate a lungo rispetto alle blue chip con una forte impronta domestica (banche, assicurazioni e non solo), rendendole immuni a una crescita sistematicamente più lenta dell'Italia in relazione al resto del mondo e della stessa Europa. «Oggi però, per alcuni nomi può rappresenta un problema, specialmente per chi ha un grosso volume d'affari in alcuni mercati emergenti, penalizzati dal forte rallentamento in corso», osserva Carlo De Vanna [...] Leggi tutto